Venerdi 14 Maggio 2021
Menu Principale
Sezione di Pescaglia
Iscrizione al sito
Utenti in linea
No
Dona all'ISL

Se vuoi poi fare una donazione

Amount: 

Powered by OSTraining.com

Home Storia della Sezione Anno 2000
Notizie flash
Anno 2000 PDF Stampa E-mail

Share


 

Ricostituzione

Ricostituzione della Sezione di Pescaglia (28 gennaio)

 

Da tempo si sentiva l’esigenza di riattivare la Sezione di Pescaglia, ferma da alcuni anni, con lo scopo precipuo di rendere vivi gli interessi storici nei riguardi di questa Comunità che, con il Capoluogo e con le sue frazioni, tanto ha contribuito allo sviluppo della storia del territorio lucchese. Con la necessaria presenza del Presidente dell’Istituto Storico Lucchese, Antonio Romiti, il 28 gennaio 2000 è stata convocata in Pescaglia l’Assemblea Generale dei Soci che, dopo ampia discussione, ha provveduto ad eleggere il nuovo Consiglio Direttivo che è risultato composto da Dante Bandieri, Mario Betti, Giuliano Bianchi, Giovanni Carnicelli, Maria Grazia Carnicelli, Angelo Frati, Massimo Giambastiani, Fabiano Giannecchini, Maurizio Guidi, Alberto Marchi, Umberto Palagi, Simone Ragagli, Donatella Valentini.

Il Consiglio Direttivo si è immediatamente riunito e ha nominato all’unanimità nella carica di Direttore Umberto Palagi.

Il Direttore, seguendo le disposizioni regolamentari, ha poi nominato gli altri Membri della Giunta Esecutiva che è risultata così composta: Umberto Palagi Direttore, Massimo Giambastiani Vice Direttore, Simone Ragagli Addetto Culturale, Alberto Marchi Addetto Stampa, Donatella Valentini Segretaria.

La sede della Sezione è stata collocata presso il Museo del Castagno a Colognora, gentilmente concessa, ritenuta idonea, sia per la disponibilità di più locali, sia per il ruolo culturale che questa istituzione ha acquisito ormai da molti anni, anche a livello internazionale.

La Sezione di Pescaglia ha effettuato immediatamente alcune iniziative rivolte a divulgare tra la popolazione la conoscenza della Storia e dell’Arte nella terra di Pescaglia, con particolare riferimento alle tematiche del Giubileo e al trecentesimo anniversario della fondazione del Santuario della Madonna delle Solca, inaugurato il 21 febbraio del 1700.

 

 

Conferenza

Santa Zita, abitudini alimentari e malattie (29 luglio).

 

Il 29 luglio la Sezione di Pescaglia ha organizzato una conferenza su Santa Zita, abitudini alimentari e malattie. E’ stato affidato a Gino Fornaciari, Paleopatologo e Docente di Storia della medicina nell’Università di Pisa, il compito di illustrare i risultati emersi dallo studio effettuato personalmente e con i suoi collaboratori sul corpo mummificato di Santa Zita, in occasione di recenti analisi scientifiche. Accanto a coloro che sostengono che la Santa abbia avuto i natali a Soccisa di Pontremoli e che poi, da giovinetta, si sia trasferita in lucchesia per occasione di pascoli, una parte della tradizione popolare ritiene che Santa Zita abbia avuto i natali proprio a Monsagrati, frazione di Pescaglia.

 

 

Visita guidata

Conoscere e valorizzare il nostro patrimonio artistico (30 luglio).

 

Il 30 luglio, la Sezione di Pescaglia ha organizzato una Visita Guidata che ha avuto ad oggetto dapprima alcune Pievi Romaniche della Versilia, quindi il Museo d’Arte Sacra di Camaiore e infine la Mostra dedicata al pittore Giovanni Marracci, attivo anche nel territorio di Pescaglia, allestita negli accoglienti locali delle Scuderie dei Borbone in Camaiore.

 

 

Mostra fotografica

Paesaggio e immagini di vita nella Val Pedogna (5-20 agosto).

 

Dal 5 al 20 agosto, la Sezione di Pescaglia ha allestito una interessante Mostra Fotografica nei locali della locanda la “Pace”. Lo stesso giorno della inaugurazione, alle ore 21, ha presentato Il filo della memoria 1945-1948 - Pescaglia nelle pagine di “Regnum Christi”, a cura di Umberto Palagi. Alla presentazione del volume realizzato dalla Sezione, in collaborazione con l’Ufficio Diocesano della Cultura, hanno partecipato con interventi illustrativi e di commento l’onorevole Maria Eletta Martini, già Vice Presidente della Camera dei Deputati, Antonio Torre, Vice Presidente della Provincia di Lucca, Antonio Romiti, Presidente dell’Istituto e don Piero Ciardella, Direttore dell’Ufficio Cultura della Diocesi. Un folto pubblico ha coronato la serata.

 

 

Visita Guidata

Santuario della Madonna delle Solca (6 agosto).

 

La Sezione di Pescaglia, per il giorno 6 agosto ha organizzato una Visita in occasione dell’apertura appositamente e straordinariamente concessa del Santuario dedicato alla Madonna delle Solca; successivamente, i molti partecipanti sono rientrati nel paese di Pescaglia, dove è stato organizzato un particolare itinerario diretto alla conoscenza dei ruderi delle Mura del Castello e della Pila di Covo.

 

 

Ciclo di Conferenze

Nell’anno giubilare (11 agosto-25 novembre).

 

In occasione dell’anno del Giubileo, la Sezione di Pescaglia ha inteso organizzare un Ciclo Conferenze che, iniziate in agosto, si sono concluse in novembre, nel rispetto del seguente programma:

Il giorno 11 agosto, padre Vittorio Pascucci ha tenuto una conferenza su Apertura ai segni dei tempi nell’anno giubilare nel pensiero di S. Giovanni Leopardi, Ludovico Marracci, Giovandomenico Mansi.

Il giorno 17 agosto, Mauro Lucchesi ha parlato su Iconografia orientale della Madre di Dio. Nella serata sono state esposte alcune icone dell’iconografa Elena Men, nota artista russa e di Claudio Zemmi di Camaiore.

Domenica 20 agosto la Sezione ha poi collaborato con il Comitato organizzativo dei festeggiamenti alla organizzazione di una festa sulla Piazza del Comune, dove per tutta la giornata è stato allestito un mercato straordinario delle arti e dei mestieri e dalle ore 17 alle 18 si è registrato un vivace e colorito corteggio storico che ha attraversato le vie dell’antico castrum; lo spettacolo è stato arricchito dall’esibizione di sbandieratori e musici della Madonnina di Querceta.

Il giorno 23 settembre, Claudio Ferri ha parlato intorno alla Vita della Beata Zita Vergine Lucchese, da un antichissimo codice manoscritto fedelmente trascritta. Si tratta di un testo, pubblicato dalla Sezione Speciale di Storia della Tanatologia nella Rivista “L’Aldilà” grazie proprio alla bella traduzione di Claudio Ferri.

Il giorno 25 novembre ha avuto luogo la presentazione del dipinto di Giovanni Marracci raffigurante Madonna con Bambino e Santi, dopo il restauro effettuato in occasione della Mostra su “Barocco e devozione. Giovanni Marracci e il Cortonismo in Lucchesia”. L’incontro è stato caratterizzato da interventi di Antonia d’Aniello, Funzionario della Soprintendenza di Pisa, Umberto Palagi Direttore della Sezione, Maria Teresa Filieri Direttrice dei Musei Lucchesi e inoltre da Severina Russo, da Daniela Frati, da Sonia Balderi e da Flavio Belluomini.

 

 

Pubblicazione

Il filo della memoria

 

La Sezione di Pescaglia, in collaborazione con “Memoralia”, a cura dell’Ufficio Diocesano per la Cultura di Lucca, ha realizzato, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Cave Pedogna e della Ditta Del Debbio, la stampa anastatica de Il filo della memoria. Pescaglia 1945-1948 nelle pagine di “Regnum Christi”.

L’edizione, resa possibile dalla collaborazione dell’Archivio di Stato di Lucca grazie a Maria Trapani, Sergio Nelli e Marco Panigada, è stata curata di Umberto Palagi e contiene alcune Premesse rispettivamente di Piero Ciardella, Direttore dell’Ufficio Diocesano per la Cultura, di Umberto Palagi, Il Filo della Memoria, di Maria Eletta Martini, Presidente Nazionale per il Volontariato “Regnum Christi”: un giornale per arricchire la cultura popolare. Si trova poi una breve nota biografica relativa a mons. Giuseppe Casali, fondatore della rivista “Regnum Christi” e ad Eugenio Lazzareschi, più volte ospite estivo della comunità di Pescaglia e autore di scritti relativi al paese, che sono stati inseriti nella pubblicazione, per commemorare il 50° della morte.

E’ opportuno rilevare come la gradevole copertina sia stata realizzata da Franco Anichini il quale, con un tratto leggero, ha stilizzato quello che in origine ha caratterizzato le Solca con la misteriosa vasca scavata nella pietra comunemente detta “Pila dei Corvi”.