Mercoledi 20 Febbraio 2019
Menu Principale
Sezione di Preistoria, Etnografia e Storia Naturale
Iscrizione al sito
Utenti in linea
No
Dona all'ISL

Se vuoi poi fare una donazione

Amount: 

Powered by OSTraining.com

Home Storia della Sezione Anno 2006
Notizie flash
Anno 2006 PDF Stampa E-mail

Share


 

Pubblicazione

Rivista Paralleli e Meridiani (a. 2005.1).

La Sezione Speciale di Preistoria, Etnografia e Storia Naturale, diretta da Paolo Emilio Tomei, ha pubblicato nel luglio del 2006 un numero del periodico Paralleli e Meridiani, Rivista di Preistoria, Etnografia e Scienze Naturali, Nuova Serie, anno III, n. 1, gennaio - giugno 2005, pp. 1-92; la Rivista contiene i seguenti contributi: Simona Lippi, L’uso delle piante nella tradizione popolare del territorio comunale di Massarosa (Lu) (Botrici, Camisano, Casesi, Mommio Castello, I Venti), nel quale compare un analitico testo scientifico, corredato spesso con utili illustrazioni; Enrico Marchi, Curiosità dell’archivio della famiglia Pellegrini a Borgo a Mozzano (Lu), inserito nella Rubrica ‘Brevi Note’nel quale si precisa che “la vasta documentazione dell’archivio comprende pergamene e bolle vescovili, un’ampia corrispondenza epistolare, molte carte relative all’amministrazione di proprietà, di chiese ed enti religiosi, carte professionali e di studio, carte legali e genealogiche, oltre a miscellanee che spaziano nei più disparati campi. Fra queste ultime solleva curiosità la presenza di ‘ricette’ che fino a quel tempo erano tramandate oralmente in molte famiglie” e infine la interessante cronaca di Peter Kugler, L’isola di Skyros tra mito e realtà, collocata in una apposita sezione intitolata ‘Viaggi’, comprendente una molteplicità di osservazioni che, percorse da un filo storico, si rivolgono prevalentemente alla situazione ambientale e, in particolare, agli aspetti naturalistici.

Il periodico, diretto da Polo Emilio Tomei, si avvale di un Comitato Editoriale composto da Fabiano Camagni, Gino Fornaciari e Paolo Emilio Tomei, dai Consulenti Editoriali Paolo Casoria da Napoli, Rita Elisabetta Uncini Manganelli da Pisa, Paolo Mencacci da Lucca, Mariano Pavanello da Roma e Michelangelo Zecchini da Lucca. La Redazione è composta da Boris Giannecchini, Lauretta Guerra, Angelo Lippi, Rosa Romiti e Elisabetta Tomei.

 

Pubblicazione

Rivista Paralleli e Meridiani (a. 2005.2).

 

La Sezione Speciale di Preistoria, Etnografia e Storia Naturale ha pubblicato nel luglio del 2006 il periodico Paralleli e Meridiani, Rivista di Preistoria, Etnografia e Scienze Naturali, anno III, n. 2, luglio –dicembre 2005, pp. 1-84; la Rivista contiene i seguenti contributi:

Leila Doumi, Paolo Emilio Tomei, Najib Gmira, avente ad oggetto L’Argania e il suo olio, descrivono l’Argania spinosa e ne indicano la distribuzione, aggiungendo indicazioni suglo usi tradizionali della pianta e l’olio che si ricava dai suoi semi, Sara Ceccarelli su Gli strumenti musicali preistorici in osso e la questione dell’origine dei primi comportamenti musicali dell’uomo, descrive i manufatti preistorici sicuramente interpretabili come strumenti musicali, esaminandone le caratteristiche, quali flauti, rombi e conchiglie.

Tra le ‘Brevi note’ si trovano die articoli rispettivamente di Angelo Lippi su Alla ricerca delle radici … di una carota con riferimento alla carota selvatica (Daucus carota L.) più comunemente nota come ?pastinocello o pastinacello selvatico’ o anche come ‘erbuccio’ e di Elisabetta Tomei su Lo Szabadtéri Néprajzei Muzeum, la più grande collezione etnografica dell’Ungheria, che costituisce un vero e proprio museo all’aperto. Sono circa treceento le costruzioni tradizionali autentiche che sono state per la maggior parte interamente trasportate dalle varie regioni del paese e ricostruite in questo articolato museo che costituisce la più grande collezione etnografica del paese.

Nella sezione dedicata ai ‘Viaggi’ si trova un riflessivo articolo di Massimo Cocchi su Missione umanitaria chirurgica in Kerala . India. 30 agosto-12 settembre 2005 nel quale vengono presentati e illustrati, scendendo nei più piccoli particolari, i risultati di una missione medica in India. “L’ospedale delle suore ci era sembrato arretrato di 50 anni rispetto alle nostre strutture, quello che avevamo visto, per fortuna solo per due ore, era inimmaginabile”.