Lunedi 20 Novembre 2017
Menu Principale
Sezione della Valdinievole-Pescia
Iscrizione al sito
Utenti in linea
No
Dona all'ISL

Se vuoi poi fare una donazione

Amount: 

Powered by OSTraining.com

Home Storia della Sezione Anno 2001
Notizie flash
Anno 2001 PDF Stampa E-mail

Share


 

Conferenze

Maggio in Biblioteca (24 maggio e 31 maggio).

 

La Sezione della Valdinievole Pescia ha organizzato un Ciclo di due Conferenze, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura Pieve a Nievole, nell’ambito dell’iniziativa promossa da quel Comune dal titolo Maggio in Biblioteca. Le iniziative hanno seguìto il calendario che si riporta:

Il 24 maggio: Mario Parlanti, Elementi per una storia della devozione religiosa popolare a Pieve a Nievole ed il 31 maggio: Cesare Bocci, 1905. Nasce il Comune di Pieve a Nievole. Origini e ripercussioni del provvedimento nella storia della Valdinievole.

 

 

Incontro

Castelvecchio, scopriamo la sua storia (22 giugno).

 

La Sezione della Valdinievole Pescia, in collaborazione con altri Enti, ha organizzato per il 22 giugno un Incontro sul tema Castelvecchio, scopriamo la sua storia; si è trattato di un Convegno di studi al quale hanno partecipato, con stimolanti testi, i seguenti relatori: Don Carlo Fabris, Introduzione alla serata. - Cesare Bocci, Alla ricerca di una identità: Castelvecchio tra Vellano e Pescia. - Alberto Maria Onori, Frammenti di un naufragio: Archivio Storico Parrocchiale di Castelvecchio. - Chiara Tuminello, Frammenti dell’Archivio di Castelvecchio.

 

 

Pubblicazione

La Chiesa della Maddalena

 

La Sezione della Valdinievole Pescia ha pubblicato gli Atti del Seminario di Studi che si tenne a Pescia l’otto maggio 1999 e che fu dedicato La chiesa della Maddalena. Un santuario per la città, (pp. 1-143, ed. aprile 2001). L’iniziativa è stata possibile grazie al fattivo contributo elargito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Il volume contiene i seguenti articoli: Carla Giuseppina Romby, Il rinnovamento dell’architettura sacra e la chiesa di S. Maria Maddalena nella Pescia barocca. - Massimiliano Bini, La Compagnia di Santa Maria Maddalena di Pescia: committenza e devozione nei secoli XVI-XVIII. - Paolo Vitali, Iconografia del crocifisso ligneo e del Volto Santo della chiesa di S. Maria Maddalena in Pescia. - Lorenzo Piccoli, Rilievo della chiesa di S. Maria Maddalena e restauro del presbiterio. - Vincenzo Pirrone, La devozione popolare: oltre sembiante. - Cesare Bocci, Le feste di maggio.

 

 

Pubblicazione

Giulio Bernardini. Una biografia dal 1863 al 1914.

 

La Sezione della Valdinievole Pescia ha pubblicato, con il contributo della Banca di Pescia, il volume, curato da Alfredo Camilletti e dedicato alla figura di Giulio Bernardini. Una biografia dal 1863 al 1914. L’opera, che è stata stampata nel novembre del 2001, si avvale della Presentazione di Cesare Bocci e di alcuni articoli che affrontano non solo aspetti diversi di questo personaggio, ma che riportano notizie anche in relazione alla biografia dell’Autore.

I contributi sono di Francesco Gurrieri, Giulio Bernardini, architetto di “villes d’eaux”. – Antonio e Maria Teresa Nizzi Grifi, Il dattiloscritto ritrovato. – Alfredo Camilletti, Giulio Bernardini, una biografia dal 1863 al 1914. – Donatella Camilletti, Biografia di Alfredo Camilletti.

 

 

Pubblicazione

Una Chiesa e un Castello

 

La Sezione della Valdinievole Pescia ha pubblicato nel novembre del presente anno, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, gli Atti del Seminario di Studi che si tenne a Pescia il 6 maggio 2000 e che fu dedicato a Una Chiesa e un Castello. La Rettoria di S. Bartolomeo di Monte a Pescia. Il volume si è avvalso della cura redazionale di Alberto Maria Onori, per pagine 1-200 ed è fuori collana.

Nell’opera si trovano i seguenti studi: Cesare Bocci, Presentazione. – Alberto Maria Onori, Castrum Montis de Piscia: immagini di un territorio tardo medievale. – Fabrizio Mari, La Chiesa dei SS. Andrea e Bartolomeo del Monte di Pescia fino ai primi anni del secolo XV. – Gilberto Tagliaferri, L’architettura della chiesa di Monte a Pescia. – Amleto Spicciani, La reliquia della santa Spina di Monte a Pescia. – Gabriele Marangoni, Divulgazione di modelli e archetipi devozionali. L’esempio del crocifisso di Monte a Pescia. – Nadia Pardini, Le compagnie di Monte nei documenti dell’Archivio di Stato di Pescia (secoli XVI-XVIII). - Barbara Scantamburlo, I tesori delle rettoria in Monte a Pescia. – Cesare Bocci, Popolazione e comunità in Monte nell’età contemporanea. – Paoli Vitali, Conclusioni.

 

 

Presentazioni

Due libri (15 e 22 settembre).

 

Sabato 15 settembre la Sezione ella Valdinievole Pescia ha organizzato, con la collaborazione di altri Enti, la presentazione del libro di Lando Salvestrini ...e Pescia va! Il racconto della sua storia millenaria. L’Autore è uno studioso che vanta un brillante curriculum di pubblicazioni ed è stato uno dei primi Soci Ordinari di Pescia ad iscriversi all’Istituto Storico Lucchese.

Sabato 22 settembre, la Sezione della Valdinievole Pescia ha organizzato la presentazione del volume Fanciulli e giovani. Crescere a Firenze nel Rinascimento, a cura di Ilaria Taddei.

 

 

Corso di avviamento

Corso alla conoscenza degli archivi (21 settembre-22 ottobre).

 

La Sezione della Valdinievole Pescia, in collaborazione con la Sezione di Storia e Storie al Femminile con sede a Buggiano Castello, ha organizzato un Corso di Avviamento alla conoscenza degli Archivi, avente lo scopo di fare conoscere le fonti archivistiche e documentarie e di comunicare le metodologie per la loro fruizione e per la loro utilizzazione.

Le lezioni sono state tenute rispettando il seguente programma: Il venerdì 21 settembre: Antonio Romiti, Introduzione, quindi Carlo Vivoli, Per una mappa delle Fonti. – Il lunedì 1 ottobre: Alberto Maria Onori, Gli Archivi Ecclesiastici in Valdinievole. - Il venerdì 12 ottobre: Metello Bonanno, Gli Archivi Comunali: serie documentarie. – Il lunedì 22 ottobre: Massimo Braccini, A contatto delle carte.

L’iniziativa ha riscosso molto successo e potrà avere conseguenze applicative concrete considerato che il territorio della Valdinievole è in Toscana uno dei più ricchi di fonti archivistiche e documentarie