Martedi 2 Giugno 2020
Menu Principale
Sezione di Cultura Umanistica
Iscrizione al sito
Utenti in linea
No
Dona all'ISL

Se vuoi poi fare una donazione

Amount: 

Powered by OSTraining.com

Home Storia della Sezione Anno 2001
Notizie flash
Anno 2001 PDF Stampa E-mail

Share


 

Convegno di Studi

Paolo Guinigi e il suo tempo (24-25 maggio).

 

La Sezione di Cultura Umanistica nei giorni 24-25 maggio ha organizzato, presso Villa Bottini in Lucca, un Convegno di Studi su “Paolo Guinigi e il suo tempo, 1400-1430”. La manifestazione, alla quale hanno partecipato numerosi studiosi provenienti da tutto il mondo, è stato organizzata in occasione del seicentesimo anniversario della Signoria di Paolo Guinigi. Il programma ha avuto uno svolgimento in tre distinte sessioni.

Nella prima sessione dal titolo Paolo Guinigi e la Signoria di Lucca (1400-1430) hanno parlato rispettivamente Christine Meek, Paolo Guinigi ed i suoi parenti e amici. - Andrea De Marchi, Ambizioni e limiti del mecenatismo al tempo di Paolo Guinigi. Un consuntivo a tre anni dalla mostra “Somptuosa tabula picta”. - Michael Bratchel, L’influenza politica di Paolo Guinigi nella formazione statale. Franca Ragone, L’avvento al potere di Paolo Guinigi. - Petra Portici, La caduta di Paolo Guinigi e la parte senese nei fatti di Lucca.

Nella seconda sessione sul tema La cultura al tempo di Paolo Guinigi, sono intervenuti: Antonio Lanza, Comunanza di temi e diversitĂ  di moduli narrativi nel Paradiso degli Alberti e di Giovanni Ghepardi e nelle Novelle del Sercambi. - Piotr Salwa, Giovanni Sercambi scrittore e la novella al suo tempo. Giovanni Sinicropi, La narrativa a Lucca al tempo del Guinigi. - Giancarlo Davino, Dante fra i libri di Giovanni Sercambi e Paolo Guinigi. - Marco Paoli, Il monumento di Ilaria del Carretto ed altre commissioni guinigiane. Mecenatismo e immagine del potere.

Nella terza sessione, riguardante SocietĂ  ed economia a Lucca al tempo di Paolo Guinigi, hanno parlato: Alessandra Potenti, ProprietĂ  cittadina e comitatina nelle Seimiglia attraverso gli estimi del 1411-1412. - Michele Luzzati e Maria Emilia Garruto, Il credito al consumo: cristiani ed ebrei fra Trecento e Quattrocento. - Sergio Nelli, Notizie sopra la criminalitĂ  e la giustizia nel primo quindicennio del governo di Paolo Guinigi. - Laura Galoppini, I lucchesi a Bruges ai tempi della Signoria di Paolo Guinigi. Gaetano Greco, La chiesa lucchese nel primo Quattrocento.

Il Convegno, che è stato organizzato con il sostanziale contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca, si è concluso con una vivace ed interessante Tavola Rotonda su Il significato storico del periodo della Signoria di Paolo Guinigi, a cui hanno partecipato Emilio Cristiani, dell’Università di Pisa, Riccardo Fubini dell’Università di Firenze, Michele Luzzati dell’Università di Pisa, Christine Meek dell’Università di Dublino, Marco Paoli Direttore della Biblioteca Statale di Lucca e Giovanni Sinicropi Direttore della Sezione di Cultura Umanistica dell’Istituto Storico Lucchese.

 

 

Pubblicazioni

Quaderni Lucchesi di studi sul Medioevo e sul Rinascimento.

 

La Sezione Speciale di Cultura Umanistica ha pubblicato i Quaderni Lucchesi di studi sul Medioevo e sul Rinascimento, anno II, n. I, gennaio-giugno 2001, pp. 1-143, la Rivista della quale è Direttore Giovanni Sinicropi, è Vice Direttore Marco Paoli, mentre il Comitato di Redazione risulta composto da Michele Luzzati e Sergio Nelli. Il volume contiene i seguenti contributi: Giovanni Sinicropi, Le classificazioni tematiche nelle Novelle del Sercambi. - Alessandra Potenti, Gli estimi guinigiani del 1411-1413: prospettive di ricerca. - Steven Bule, Della umana relazione tra artista e committente nella Lucca del 1400. - Sara Esposito, Del Petreto di Tommaso Baldinotti da Pistoia. - Michele Luzzati, Fra accettazione e rifiuto: Lucca e gli ebrei dal IX al XVI secolo. - Sergio Nelli, Il documento: un tentativo fallito di consegnare il paese di Montecarlo ai Fiorentini. - Giannozzo Manetti, Vita di Niccolò V. Il volume è stato pubblicato grazie al contributo della Provincia di Lucca, del Comune di Lucca, della Cassa di Risparmio di Lucca e della Banca del Monte di Lucca.